giovedì 16 maggio 2013

tra psico e somatica

 
 
...per comprendere meglio alcune connessioni tra mente e corpo (ma anche affettività, dinamiche psichiche, posture corporali...) applicabili anche nei rapporti interpersonali (vedi: figlia preadolescente che accusa piccoli disagi collegabili al corpo che cambia e mamma che cerca interpretazione adeguata...), leggero ma profondo, utile, molto utile.
 
Libro arrivato in prestito da un'amica nel momento più opportuno!

sabato 11 maggio 2013

...ed è subito maggio!

...guardavo le foto caricate sul cell, oltre a notare che non ne possiedo nemmeno una solomia, per quella strana ma assodata legge sovrannaturale per cui dacchè diventi mamma, perlomeno per un certo periodo, ti senti solo mamma, e quindi via agli scatti orgogliosi dedicati alle piccole meraviglie, alle gite di famiglia, ai traguardi personal-sociali della loro scalata alla vita, ma quella che sta dietro alla fotocamera rimane perennemente dietro, che per carità i motivi per ammirare, e immortalare, la crescita rigogliosa di queste stelline ci sono e sono tanti, ma lo stupefacente risvolto della loro crescita è il fatto che, guarda un pò, crescendo si fanno autonome e iniziano a delinearsi alcuni spazi personali su cui si può ben lavorare! Che poi è un bel circolo virtuoso perchè dalla loro autonomia rinasce la mia autonomia e dalla mia imparano la loro. Fantastico.
Quindi ricomincio timidamente (con i miei tempi, direi) a costruirmi pezzettini di gratificazione personale, dopo la grande (ma fruttuosa) sfacchinata della laurea, che ha prosciugato non poco tempo, energie e disponibilità economica.
Dicevo, riguardavo le varie foto, catalogandole mentalmente... gite pedemontane, abbastanza, stelline assieme, parecchie, qualcuna isolata relativa a momenti da ricordare (che il "giro d'italia-bimbi" del paese che vede per la prima volta entrambe in sella come degne partecipanti non può restare nell'oblìo), e, tornando indietro, ma non di molto, foto sulla neve! Come fosse ieri. Invece è già maggio! Il che significa perlomeno due cose: che ultimamente faccio poche foto, e che se ho fatto poche foto è perchè abbiamo avuto tanto altro da fare.
E quindi da lumachina (con i miei tempi, direi) seminatrice (che intanto semino, semino...) mi godo alcuni frutti (e le mie frùtes, etimo friulano che indica le bimbe, curiosamente simile a frutti, appunto), che i mesi passano, alcune cose restano, le bimbe crescono, cresco anch'io...ed è subito maggio!